"Esta web utiliza cookies para facilitar la navegación por ella y para realizar análisis de su uso, incluida la elaboración de perfiles de navegación con fines publicitarios. Si continua navegando, consideramos que acepta su instalación. Para obtener información detallada sobre las cookies que utilizamos, incluyendo cómo configurar su navegador para rechazarlas, pulse aquí."

restauración

ficha técnica

FILOSOFIA MODERNA Y CONTEMPORÁNEA
L'UOMO CHE DEVE RIMANERE
L'UOMO CHE DEVE RIMANERE. LA SMORALIZZAZIONE DEL MONDO
2017
224
978-88-229-0024-1
ITALIANO
añadir a favoritos

sinopsis

ema di questo libro è “l’ospite più inquietante dei prossimi due secoli”, vaticinato da Nietzsche: il nichilismo. Qui alla volta del suo secondo secolo come “nichilismo etico”. Come sfida, all’uomo della tecnica nell’età della globalizzazione, della “smoralizzazione” del mondo; ovvero della perdita dell’autorità direttiva della “natura”, in qualsivoglia senso, per l’autodefinirsi della cultura umana. Una perdita, nel titanismo della scienza-tecnica, già pericolosa sul piano tecnico-naturale, dove però ha un freno interno nel fatto che anche per “aggirare” la natura bisogna imitarla, vincolandosi ad essa; a pena della non riuscita dell’esperimento. Ma che sul terreno propriamente sociale – nell’inedito panorama sociale della “biografia-fai-da-te” – non trova freni nel venir meno dei tradizionali fondamenti biosociali a base naturale – nei nessi etici comunitari – della costruzione dell’identità individuale. Nessi etici rimessi ad una loro pura (auto)posizione biopolitica, che produce l’ossimoro sociale di una “comunità contrattata”, dove l’identità umana è tutta de iure condendo. Sottratta come “cultura” al suo vincolo olistico alla natura, nella pretesa di poterla dedurla – produrla a sé stessa – dal puro immateriale della decisione di come deve essere la vita dello spirito.


*Todos nuestros productos incluyen el IVA, ampliar información


otros libros del autor

comentarios de los usuarios/usuarias