Utilizamos cookies propias y de terceros para mejorar nuestros servicios. Si continúa navegando, consideramos que acepta su uso. Puede obtener más información en nuestra política de cookies.

restauración

ficha técnica

FILOSOFIA MODERNA Y CONTEMPORÁNEA
STASIS
STASIS. LA GUERRA CIVILE COME PARADIGMA. HOMO SACER II, 2
2015
84
RÚSTICA
978-88-339-2587-5
ITALIANO

sinopsis

In greco antico si chiamava stasis. La parola, accanto al significato di immobilità, arresto temporaneo, che si è conservato nell'italiano «stasi», ne aveva un altro che a noi suona del tutto opposto, di agitazione intestina, discordia: la contesa che nasceva tra i cittadini della stessa polis, insomma la guerra civile. Ma ciò che modernamente, con Hobbes, è stato temuto come la possibilità lacerante di dissoluzione dello Stato, nella grecità era connaturato alla vita politica, al punto che perdeva i diritti civili chi non si fosse schierato con una delle fazioni in lotta. Ai due poli, antico e moderno, dello stesso paradigma politico - da un lato la costituvità ambivalente e ineliminabile e dall'altro la necessaria esclusione della guerra civile, teorizzata da Hobbes -, e alla segreta solidarietà che invece li lega, Giorgio Agamben dedica un saggio che colma un vuoto, configurandosi come la prima, rivelatrice "stasiologia".


*Todos nuestros productos incluyen el IVA, ampliar información


otros libros del autor

comentarios de los usuarios/usuarias